Genova, 28/06/2016.

“In merito alla legge approvata quest’oggi dal Consiglio Regionale della Liguria sulla cosiddetta “legittima difesa” desideriamo ribadire, dopo averlo fatto già più volte in passato, la nostra netta contrarietà. In primo luogo, ci sembra illegittima l’equiparazione tra condotte lecite, poste in essere nei limiti dello scriminante della legittima difesa, e condotte illecite, poste in essere con eccesso colposo. Preoccupa poi che, a quanto pare, le coperture finanziarie derivino proprio da una riduzione dei fondi destinati all’Osservatorio per la sicurezza, che negli anni ha garantito all’Amministrazione e alla cittadinanza una lettura attenta e puntuale del territorio. Lettura attenta e puntuale che non ha mai evidenziato la necessità di un provvedimento come questo. Riteniamo infatti che la sicurezza dei cittadini deve essere garantita attraverso gli strumenti sanciti dalla Costituzione, e non può essere in alcun modo legittimata la logica della giustizia privata. L’obiettivo di abitare città vivibili, e quindi sicure, può essere raggiunto solo attraverso investimenti che mettano al centro l’educazione, la dignità delle persone e la giustizia sociale.”

Così in una nota i rappresentanti di Libera Liguria.